16 aprile 2014

Invocazioni alle nove Muse

Le prime nove puntate di Encyclopædia Cœlestis sono state dedicate alle nove Muse, «simboli delle declinazioni piú alte del pensiero umano, anche quando – nel caso di Talía – tale declinazione possa assumere un volto spernacchiante» (dal testo introduttivo al laboratorio). Di puntata in puntata, si è rivolta alla Musa di turno una breve invocazione, tra la fine del prologo e l'inizio della lezione vera e propria. Riportiamo di séguito tutte le nove invocazioni, nell'ordine in cui sono state composte e proferite. In accompagno riproponiamo i nove ritratti immaginari delle Muse che hanno illustrato i post di resoconto delle relative puntate; cliccando sui ritratti accederete ai post.

Talia

A Talìa, musa della commedia, chiediamo di ispirarci il riso, riso liberatorio dinanzi alle bassezze del mondo.

Clio

A Clio, musa della storia, chiediamo di sostenerci nelle ricerche storico-filologiche, al fine di capire il mondo quanto piú sia possibile, e di usare tale conoscenza, se possibile, per cambiare il mondo.

Calliope

A Callìope, musa dell’epica, chiediamo di esserci da guida nel difficile compito di interpretare il mondo in cui viviamo, nei suoi elementi piú pregni di significato e nel suo significato globale, e di aiutare in particolare gli autori di buona volontà – letterari o di cinema che siano – a rispecchiare tale mondo in qualche grande opera.

http://palasciania.blogspot.com/2014/03/dal-morfasmo-alla-danza-delle-stelle.html
Tersicore

A Tersìcore, musa della danza, chiediamo di aiutarci a spogliarci dei nostri abiti mentali per muoverci meglio nello spazio della consapevolezza di noi stessi e del mondo, alla ricerca del suo senso ultimo, foss’anche assenza di senso.

Melpomene

A Melpòmene, musa della tragedia, chiediamo di aiutarci a fronteggiare l’eventualità sempre presente dell’errore umano nel suo aspetto piú tragico, di delitto dettato da empietà e follia; fronteggiarlo armati di ragione e di pietà.

Erato

A Èrato, musa della poesia erotica, chiediamo di aiutarci a esprimere nel migliore dei modi i nostri sentimenti e passioni – liberandoli dagli eventuali blocchi psichici che li tengono repressi, o sovrastrutture alienanti che li incanalano verso espressioni non autentiche – e liberi e puri vederli fiorire a fare del mondo un felice giardino.

Euterpe

A Euterpe, musa della musica, chiediamo di ispirare ai musici fra noi i piú alati temi, e di aiutarci tutti ad accordare i nostri cuori al diapason dell’amore universale.

Polimnia

A Polimnia, musa del canto sacro, o – piú ampiamente – del discorso sul sacro, o – per dir meglio – dell’indagine razionale degli enti eterni, insomma la musa della metafisica, chiediamo di aiutare i filosofi tra noi a comporre i piú limpidi testi in merito, ed a tenerne lepide lezioni, e in generale di aiutare tutti a tenere la ragione limpida, libera tanto dalle aberrazioni proprie del fondamentalismo religioso quanto da quelle del materialismo nichilista, cosí che possiamo bene intelligere tutto ciò che è intelligibile dalla nostra intelligenza, di quanto si “situi” al di là dell’apparenza sensibile.

Urania

A Urania, musa dell’astronomia, o – piú ampiamente – delle scienze fisiche e naturali, chiediamo di dare agli scienziati fra noi l’illuminazione quotidiana atta a guidarli alle piú felici scoperte, e in generale di aiutare tutti ad aver sempre vive in sé curiosità e meraviglia di fronte agli oggetti ed eventi del mondo materiale, dai corpi celesti al corpo umano ecc.

1 commento:

  1. Daniele Ventre30 aprile 2014 13:26

    Ἐννέα θυγατέρες μεγάλου Διός ἐκγεγαυῖαι

    RispondiElimina